shadow

La crescita emotiva attraverso i colori

La crescita emotiva attraverso i colori

Un corso online in 3 incontri curato da Marinella Bigi


Siamo convinti di conoscerci a fondo, ma non ci rendiamo conto che, spesso, mettiamo in atto dei meccanismi di difesa che ci permettono di tenere ben nascoste certe nostre parti, magari sofferenti, che, se non portate alla luce, non possiamo aiutare a guarire.
Tenteremo di avvicinare la parte di noi che, continuamente, vive di emozioni.
Ci metteremo di lato, osservandola, per scoprire se ha bisogno del nostro aiuto per potersi esprimere e maturare.
Impareremo a riconoscere le emozioni, distinguendole nella loro complessità, con l’aiuto di pratiche meditative che ci permetteranno un contatto più profondo.
Useremo anche l’acquerello per una ricerca istintiva: semplici gesti che con l’acqua ed il colore, permetteranno di far affiorare la parte che abbiamo lasciato un po’ indietro della nostra realtà emotiva.
Faremo un viaggio per raggiungere la consapevolezza che, esprimendo le nostre emozioni, soprattutto quelle represse, possiamo recuperare parti di noi che, bloccate da tempo, impediscono la crescita e l’espressione anche delle nostre qualità e capacità.
Come possiamo essere completi, realizzati e autentici, se non permettiamo alla parte emotiva di crescere e di essere considerata al pari di quella fisica e mentale?


Perché partecipare:

  • per capire l’importanza, in un processo di crescita personale, di uno sviluppo armonico degli aspetti fisico, mentale ed emozionale.
  • per imparare a osservare il nostro lato emotivo, riconoscendogli la giusta dignità di esistere.
  • per dedicare l’energia dell’attenzione al bisogno di esprimersi anche attraverso la meditazione ed i colori.

Date:
I giorni 17, 24 aprile e 1 maggio dalle 18:00
(il collegamento inizierà 15 min prima)

Costi:
60€ per i 3 incontri
(vanno aggiunti 20€ di quota d’iscrizione per i non soci)


Per iscriversi o chiedere informazioni contattateci alla mail: segreteria@lavorosudise.it

L’accompagnamento dei morenti … a distanza e in vicinanza

L’accompagnamento dei morenti a distanza

Un corso online e in presenza tenuto da Filippo Claudio Bedin


Spesso ci viene negata la possibilità di restare vicino a chi sta lasciando il corpo.
Possiamo attenuare la preoccupazione che la persona cara non muoia da sola?
Si … attraverso l’accompagnamento a distanza. Restare vicini con la mente e con il cuore, ha, per il morente, la stessa valenza dell’essere al suo capezzale.
Seguendo semplici ed efficaci pratiche è possibile focalizzare la nostra attenzione sul benessere emotivo di chi si sta preparando all’ultimo viaggio.


Perché partecipare:

  • per alimentare la serenità in chi se ne sta andando, in chi l’assiste e in chi sta lasciando una persona cara;
  • per affrontare l’accompagnamento con maggiore consapevolezza;
  • per prendere contatto con un tema poco conosciuto;

Argomenti trattati:

1° parte (online)

  • cosa sono la morte e l’accompagnamento del morente
  • quale significato ha l’accompagnamento a distanza
  • la sensibilità del morente
  • le pratiche di accompagnamento, il tonglen, il phowa
  • paura della morte e paura del distacco
  • il bisogno di morire consapevoli

2° parte (in presenza)

  • l’accompagnamento in presenza
  • toccare il morente in modo consapevole, teoria e pratica
  • revisione del tonglen e del phowa con esercizi pratici
  • l’atteggiamento dell’accompagnatore
  • domande e risposte

A chi si rivolge:
persone vicine a chi è nell’ultima fase della vita, volontari e associazioni, operatori sanitari,
chiunque abbia la volontà di un approfondimento personale

Costi:
1° parte – 60€ per i 3 incontri online
2° parte – 60€ per l’intera giornata in presenza

N.B. la partecipazione alla giornata del 19 giugno è subordinata alla pratecipazione agli incontri online

(va aggiunta la quota d’iscrizione all’associazione pari a 20€ per i non soci)

Date 1° parte:
I giorni 8, 11 e 15 giugno dalle 18:00 alle 19:45
(il collegamento inizierà 15 min prima)

Date 2° parte:
Il giorno 19 giugno dalle 9:30 alle 17:30
Presso l’agriturismo Montevento (Valeggio sul Mincio – VR)


Per iscriversi o chiedere informazioni contattateci alla mail: segreteria@lavorosudise.it

L’Accompagnamento e la Paura della Morte

L’Accompagnamento e la Paura della Morte

un intenso fine settimana con da Filippo Claudio Bedin


La vicinanza alla morte suscita in chi si prepara a lasciare il corpo un bisogno di autenticità e semplicità.
La risposta alla richiesta di autenticità è mettere a fuoco la nostra paura della morte, trasformando una “sensazione vaga” in qualcosa di concreto, d’identificabile, di trasformabile.
Sarà oltremodo possibile scoprire la semplicità attraverso l’apprendimento di alcune tecniche di supporto all’accompagnamento, sia di tipo fisico sia meditativo.
Il servizio che può essere reso nell’accompagnamento del morente è sicuramente uno dei più nobili. Restare vicini o assistere chi si prepara a lasciare il corpo richiede attenzione e umiltà.
Lo stato del morente ci porta a contatto con l’evento morte, amplificandone la nostra percezione e di conseguenza le nostre paure in merito, come anche, a volte, un senso di impotenza.
Esse restano spesso sullo sfondo, tenute a bada dalla disciplina, il raziocinio o il bisogno di dedicarsi a chi se ne sta andando mettendo se stessi in secondo piano. Smascherare queste paure diventa la chiave per un accompagnamento maggiormente consapevole ed efficace. Allo stesso modo il senso d’impotenza può essere alleviato, se non superato, attraverso l’apprendimento di semplici tecniche d’accompagnamento.


Argomenti trattati:

  • significato e ruolo della morte (“morte” e “fine” non sono sinonimi)
  • riconoscere la nostra paura della morte
  • la sensibilità del morente
  • il bisogno di morire consapevoli
  • il lasciar andare
  • il contatto fisico come mezzo terapeutico
  • meditazioni di supporto all’accompagnamento del morente

N.B. Il seminario non fa riferimento a nessun credo in particolare ed è quindi aperto ad appartenenti di qualsiasi confessione

Perché partecipare:

  • per affrontare l’accompagnamento con maggiore consapevolezza;
  • per alimentare la serenità in chi se ne sta andando e in chi l’assiste;
  • per prendere contatto con un tema spesso ignorato o tenuto in disparte;

A chi si rivolge:
operatori sanitari, volontari e associazioni, persone vicine a chi è nell’ultima fase della vita, chiunque abbia la volontà di un approfondimento personale


Dove:
località da definire, è possibile per associazioni o gruppi che richiedessero il corso di accordarsi sulla località

Quando:
un fine settimana nell’autunno 2020

Costi:
da definire


    Per iscrizioni o informazioni selezionare il tipo di richiesta e compilare i campi sottostanti:

    Voglio iscrivermiMi servono altre informazioni
    Nome (richiesto)

    Cognome (richiesto)

    e-mail (richiesto)

    telefono (richiesto)

    Informazioni o domande aggiuntive


    Progetto di Vita e Karma

    Progetto di Vita e Karma

    un corso in 3 fine settimana tenuto da Filippo Claudio Bedin


    Progetto di VitaCosì capitava che consigliassero agli apprendisti discepoli della vita che si raggruppavano intorno a loro di tracciare su un papiro o su una foglia di palma l’itinerario della loro vita così come se lo ricordavano …
    … si dedicavano dunque a disegnare, nel modo più veritiero possibile, il loro percorso di vita con le sue intersezioni decisive, gli eventuali cambi di direzione, gli incontri, le scoperte, i tunnel e i ponti. Certamente non dovevano omettere i test …

    da “Il labirinto del Karma” di Daniel Meurois, ed. Ishtar Luna-Sol

    E’ così che, da molti anni, l’associazione si approccia nello studio del Contratto dell’Anima. La scelta di tornare a vivere e sperimentare la Vita in tutte le sue forme, con tutti i suoi momenti felici, tiepidi o di difficoltà è fatta prima di nascere.

    Essa ha partorito un Contratto con noi stessi che sarà il “manuale d’uso” di ciò che ci attende. Imparare a leggere questo manuale è l’intento dell’insegnamento, perchè Progetto di Vita e Karma solo legati in maniera indissolubile, l’uno definisce ed alimenta l’altro in un reciproco scambio virtuoso, affinché materia e Spirito possano infine incontrarsi ed elevarsi l’una nell’altro.

    In questo manuale che si andrà a riscoprire sono contenuti molti capitoli:

    • gli incontri importanti
    • la scelta dell’incarnazione
    • i deadlock
    • i granelli del cambiamento
    • le linee di scelta
    • il tema di vita
    • i punti d’uscita
    • i piani vitali
    • il velo dei ricordi
    • il contratto genitori-figli
    • lo spirito di ferro

    Il corso farà anche riferimento, tra gli altri, al nuovo libro di Daniel Meurois “Il Labirinto del Karma”.


    A chi si rivolge:
    A chiunque desideri conoscere cosa è venuto ad imparare, cosa deve risolvere o sviluppare.
    A chi vuole capire il perchè di alcuni accadimenti o ripetizioni nella propria vita.
    A chi ha deciso di voler uscire dai vicoli cechi e assumersi la responsabilità della propria esistenza.

    Dove e quando:
    nel corso del 2021, 3 fine settimana (sabato e domenica), un fine settimana al mese

    Costi:
    500 € per il corso completo di 3 fine settimana, comprese l’iscrizione all’associazione e l’assicurazione obbligatoria


    Per iscriversi o chiedere informazioni contattateci alla mail: segreteria@lavorosudise.it

    Il Progetto di Vita

    Il Progetto di Vita

     

    progetto di vita

    Prima di nascere promettiamo a noi stessi di migliorarci e ci impegniamo ad onorare appuntamenti che consentiranno, lungo il percorso della vita, di accettare e superare i nostri limiti e le nostre abituali tendenze.
    Ogni evento e circostanza che viviamo, insieme alle loro conseguenze, sono stati preparati dall’Esistenza all’origine di ogni incarnazione, come strumenti con i quali lavorare e corrispondono con precisione agli elementi favorevoli alla nostra Evoluzione.
    Nella dimensione fisica la Vita spesso ci sembrerà ingiusta, la nostra resistenza ai cambiamenti sarà tenace e a volte ci sentiremo soli e lontani da Casa, perché non ricorderemo la Scelta dell’Incarnazione.
    Attraverso la stesura del proprio Progetto di Vita sono possibili l’individuazione e la comprensione degli insegnamenti e delle scelte che ognuno si è proposto di affrontare in questa esistenza.
    Ogni essere umano desidera essere se stesso, capirsi ed esprimersi. Questo anelito è la Luce che ci guida nel nostro cammino. E’ portando nel mondo le doti e i talenti ricevuti in origine, che realizziamo il nostro compito sulla Terra.

    Argomenti che verranno trattati:
    – il Progetto di Vita personale;
    – individuazione e comprensione degli insegnamenti nei momenti di cambiamento;
    – cambiamenti e resistenze;
    – la Scelta dell’Incarnazione;
    – il Progetto di Vita Familiare, Collettivo e dell’Umanità;
    – il Piano Vitale e la comprensione degli obiettivi che ci siamo scelti;
    – le linee di scelta: salute, famiglia, situazione economica, carriera, amore, vita sociale;
    – l’individuazione degli incontri importanti.

    La Nascita

    La Nascita

     

    nascita

    L’evento della Nascita è l’atto conclusivo di un viaggio iniziato molti mesi prima. Il nostro percorso di avvicinamento a questo piano dell’esistenza però va ben oltre i nove mesi della gestazione. Vi sono un tempo e un luogo anche prima del concepimento e la modalità con la quale entriamo a questo mondo lascia dentro di noi un’impronta, l’Impronta di Nascita.
    Comprendere la nostra Nascita ci permette di capire il ripetersi di alcuni nostri atteggiamenti. Sapere che vi è un Patto tra i genitori e il figlio aiuta a sviluppare uno sguardo diverso sul significato del diventare madre e padre e dell’essere, a nostra volta, figli. Conoscere il processo dell’incarnazione e i motivi per i quali torniamo permette di affrontare con maggiore consapevolezza le fasi che accompagnano l’arrivo di un bambino e ci porta a considerare il ritorno alla Terra come una scelta della nostra Anima.

    Argomenti che verranno trattati:
    – la Nascita come scelta consapevole di tornare a questo mondo;
    – i motivi per i quali decidiamo di reincarnarci;
    – il processo di incarnazione;
    – le modalità attraverso le quali nasciamo e loro conseguenze;
    – il concepimento come evento non casuale;
    – l’aborto, spontaneo o terapeutico, e come renderlo meno traumatico.